Come suona il tuo brand?

come suona il tuo brand

In principio più fu il suono

I suoni hanno dato vita a note e parole. Hanno originato le regole del linguaggio verbale e musicale. In mancanza del “verbo”, suoni e gesti erano l’unico mezzo per comunicare, un codice primitivo con il quale si è evoluto il genere umano.

La prestigiosa enciclopedia Treccani definisce la comunicazione:

rendere comune, far conoscere, far sapere…divulgare, rendere noto;  mettere in comune un valore al servizio di qualcuno o qualcosa fuori da sé.

Spesso i problemi fra le persone nascono per una comunicazione sbagliata. Il tono, le parole, lo sguardo. Nel rapporto si creano equivoci, malumori, litigi a causa di un linguaggio incompreso o di un dialogo inadeguato.  Anche la mancanza di replica, la distanza, la cultura, la lingua diversa possono causare un limite relazionale.

E le aziende come comunicano al mondo esterno?

Negli ultimi anni la comunicazione aziendale è molto cambiata. Sono cambiati i valori, è cambiato il modo di rappresentarli. Il valore emozionale ha coinvolto le persone in modo profondo. Si parla sempre meno di consumatori, clienti e acquirenti. Si parla sempre più spesso di ospiti, persone, pubblico.
Neuromarketing, marketing sensoriale, marketing emozionale, marketing esperienziale, brand experience. Con l’affermarsi dei social, il fattore emozionale gioca un ruolo fondamentale nel processo di comunicazione. Come si relazionano le aziende al proprio target?  Qual è il loro linguaggio?

Gusto, olfatto, udito, tatto, vista

Più valori emozionali coesistono in un messaggio (coordinati in modo coerente e consapevole), maggiore è l’efficacia finale. Stregare gli occhi non basta più. Siamo immersi in un ambiente sovraffollato di stimoli visivi. Dal momento in cui tali stimoli vengono spesso bypassati dai nostri anticorpi, ecco che ci viene in aiuto la musica. Il potere dei suoni annulla la distanza, cancella le differenze, arriva diretto alla testa e al cuore.

in alcuni casi un suono vale più di dieci, cento, mille immagini e parole…purché il messaggio sonoro sia consapevolmente studiato.

Che cosa è il sound branding

Il sound branding è un processo finalizzato per entrare nel vivo delle emozioni e nella memoria del proprio pubblico. E’ di fondamentale importanza per esprimere i valori del brand, per rafforzare l’identità di un marchio, per mantenerne il ricordo associato.

Il sound branding è uno strumento di comunicazione potente, un mezzo per coinvolgere, convincere, per comunicare attraverso le emozioni e le percezioni più profonde.

Come si definisce il suono di un brand?

In primo luogo si definiscono gli obiettivi. :

  • perché il sound branding?
  • che cosa vogliamo comunicare?
  • chi ci rivolgiamo?

Dopo aver risposto alle prime domande  che riguardano che cosa dobbiamo comunicare e qual è il nostro target di riferimento possiamo iniziare a definire quali sono i canali di comunicazione (come),  le modalità di ascolto (in che modo), i luoghi di fruizione (dove), le tempistiche (quando e per quanto tempo):

  • logo sonoro
  • diffusione della musica nei punti vendita (negozio, showroom)
  • diffusione della musica nei punti di accoglienza (hall, reception)
  • sonorizzazione di uno spot o di un video aziendale
  • creazione di playlist per scopi professionali (massaggi, fitness, eventi a tema)
  • creazione di playlist per il cliente
  • creazione di playlist per promuovere un evento
  • creazione di playlist da condividere sui social

Ogni realtà aziendale è unica e differente dalle altre

E’ evidente che ognuno di questi elementi sonori è differente. Le esigenze aziendali sono sempre differenti e anche le strategie relative ad esse.

Compito del professionista è quello di capire e interpretare i bisogni che ogni realtà necessita. Il dialogo, lo studio, la capacità di adattamento e di risposta ai feedback condizionano la buona riuscita di un processo fortemente emozionale come quello del sound branding. Ancora in pochi sono a conoscenza che l’ uso sbagliato dei suoni, e della musica in generale, causa una percezione negativa e conseguenze che penalizzano l’immagine del marchio.

E tu, ti sei mai chiesto come suona il tuo brand ?

Marco Solforetti

http://www.tailormusic.it/sound-branding

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *